22 novembre 2018

La mostra a Como nel 1936

Nel 1936, presso Villa Olmo a Como, si tenne la Mostra di pittura moderna italiana presentata da Alberto Sartoris; questa mostra collettiva, promossa da un comitato formato da Peppino e Virginio Ghiringhelli, Carlo Peroni, Mario Radice e Manlio Rho aveva l’intento di tracciare un panorama della pittura italiana del momento.

Nell’occasione vennero esposte le opere di numerosi artisti tra i quali Osvaldo Licini.

Di recente sono venuto a conoscenza di quante e quali opere di Licini furono complessivamente esposte; riporto di seguito il relativo elenco (si tratta, in tutto, di sette dipinti):

 

– Natura morta, 1928;

– Uva e pera, 1927;

– Composizione n. 7, 1933;

Notturno n. 2, 1931;

– Composizione n. 10, 1931;

– Capriccio n. 1, 1931;

– L’incostante, 1933.

 

La datazione riportata per ciascuna opera รจ quella che fu indicata in occasione della stessa mostra.

 

Nella esposizione personale dedicata a Osvaldo Licini che, nel 1935, si tenne a Milano presso la Galleria del Milione, i dipinti intitolati Notturno n. 2 e Composizione n. 10 erano invece datati, rispettivamente, 1932 e 1933.

Nella Prima mostra collettiva di arte astratta italiana che, nel 1935, ebbe luogo a Torino presso lo studio di Felice Casorati ed Enrico Paulucci, l’opera intitolata L’incostante veniva invece datata 1932.

 

Lorenzo Licini